lunedì 25 dicembre 2017

African Origins of Christmas

QUESTION: What are the African origins of what is often now considered to be the "Christmas" or "holiday" season?
ANTHONY BROWDER: Generally what we consider to be holidays were in fact holy days in Africa, specifically in [ ] Egypt, [ ] culture and civilization. And these holy days were timed to coincide with the relationship between specific celestial phenomenon. The heavens, stars, constellations, the sun and planet earth. And that relationship literally affects everything on the planet. And because there was a specific impact on the way that the earth's relationship to the sun, as it revolves around the sun, affects everything on the earth, there's specific times for certain holy celebrations were, were organized.

domenica 13 novembre 2016

BACCHANALIA 2

Gilgamesh kills the Bull of Heaven, terracotta votive relief, 2250–1900 BC
«O toro divino, luce splendente che ris[chiara le tenebre] » (Enûma Eliš).

BACCHANALIA





Ecco io vi annunzio un mistero: non tutti, certo, moriremo, ma tutti saremo trasformati, in un istante, in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba; suonerà infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati. È necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità. Quando poi questo corpo corruttibile si sarà vestito d'incorruttibilità e questo corpo mortale d'immortalità, si compirà la parola della Scrittura: La morte è stata ingoiata per la vittoria. Dov'è, o morte, la tua vittoria? Dov'è, o morte, il tuo pungiglione? (San Paolo CORINZI: 15, 51-55)

venerdì 15 luglio 2016

Yahweh, Dio della guerra

Yahweh, il Dio giudaico-cristiano, tanto amato, è in realtà un Dio della guerra. L’immagine rassicurante veicolata dalla tradizione canonica del Dio Padre buono e compassionevole stride con il profilo del brutale assassino protagonista del racconto veterotestamentario. Ad affermarlo è la ricercatrice e saggista Stefania Tosi.

mercoledì 23 dicembre 2015

DIES NATALIS Il Culto del Sol Invictus


Il 25 Dicembre è associato al giorno di nascita e ai relativi festeggiamenti di divinità solari risalenti anche a secoli prima di Cristo: il Sole è invocato come ipostasi (incarnazione), epifania (annunciazione) del dio che crea e governa il cosmo...

sabato 4 aprile 2015

THE JESUS MYTH 7: Anacalypsis


Gli evangelisti si contraddicono sul tempo in cui Gesù visse, sulle sue predicazioni e sul giorno dell'ultima cena, su quello della sua morte, sulle apparizioni dopo la morte e, a farla breve, su quasi tutti i fatti. Ci sono poi stati 49 vangeli compilati dai cristiani del primo e del secondo secolo che si contraddicono tutti ancora di più. Alla fine sono stati scelti i quattro che conosciamo, ma se anche essi andassero tutti d'accordo, gran Dio che assurdità, che miseria, che cose puerili assurde ed odiose! (Voltaire, Il Sermonde dei Cinquanta)

MEGALESIA (Dies Sanguinis) Misteri della Pasqua Pagana


La festa in onore della Magna Mater, la Grande Madre frigia, commemorava l'arrivo a Roma, il 4 aprile del 204 a.C., della Megalesia, la statua aniconica della dea Cibele prelevata dal suo luogo di culto a Pessinunte (Pergamo) in Asia Minore, per ordine dei Libri Sibillini, al fine di stornare il pericolo costituito dalla guerra con Annibale. Giunta a Roma, la statua venne provvisoriamente collocata nel tempio della Vittoria (Aedes Victoriae) sul Palatino finché, il 10 aprile del 191 a.C., non le venne dedicato un tempio tutto suo. Insieme alla statua furono importati a Roma anche una misteriosa pietra nera e i culti misterici di Cibele...